CASTRIGNANO DEL CAPO (Lecce) – Verrà presentato giovedì 2 luglio 2020, alle ore 20, presso la Chiesa Madre di Castrignano del Capo, il libro “Tutte le generazioni mi chiameranno beata”- riflessioni mariane di don Fabrizio Gallo.

Interverranno in dialogo con l’autore

S. E. Mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca

Don Stefano Ancora, vicario episcopale per la pastorale

Renato Brucoli, editore

Durante la serata la maestra Annalisa Mauro accompagnata all’organo da Flavio Primogeri eseguirà brani di canto lirico dedicati alla Madonna

Saranno tenute presenti tutte le norme anti contagio da Covid-19: uso di mascherine, distanziamento fisico e uso del gel igienizzante.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook parrocchiale Mikael l’arcangelo.

SINOSSI

La Puglia e il Salento sono “terra mariana”. I numerosi titoli e le molteplici immagini con cui la Vergine viene venerata da secoli presso i cristiani, esprimono il profondo amore che il popolo di Dio, ha sempre nutrito nei confronti della Madre di Cristo e la devozione con cui continua a rivolgersi alla sua materna intercessione in ogni necessità della vita anche nel Salento, ponte verso l’Oriente.

Il lavoro di approfondimento di don Fabrizio Gallo, cultore in teologia ecumenico-patristica e parroco della Comunità intitolata a San Michele Arcangelo in Castrignano del Capo, mirabilmente prefato dal vescovo mons. Vito Angiuli, va alle radici di questo dato di fatto, e si inserisce nel solco della riflessione che, partendo dal Concilio Vaticano II a proposito del rapporto tra Maria e il mistero di Cristo e della Chiesa, in linea con la Sacra Scrittura e con la tradizione patristico-orientale, manifesta e valorizza l’“umanità” di Maria correlata al mistero dell’incarnazione, e la sua “maternità”, che assiste, custodisce e accompagna con infinita tenerezza “tutti i figli”, soprattutto i più fragili. Secondo l’autore queste dimensioni dovrebbero essere sempre più vissute dall’intera Chiesa popolo di Dio, di cui la Madonna è madre.

Don Fabrizio Gallo opera nella diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca. La sua riflessione si inserisce nel filone della perdurante attenzione alla figura mariana che ha avuto nel Servo di Dio don Tonino Bello un altro illustre e ispirato interprete, capace di riscoprire l’“attualità” di Maria, donna dei nostri giorni, a conferma che la Vergine non è icona del passato ma che tutte le generazioni la chiameranno beata.