HomeAttualitàCrescere informando. Nel Salento, un progetto che promuove la cultura della legalità...

Crescere informando. Nel Salento, un progetto che promuove la cultura della legalità attraverso il giornalismo

LECCE – Tra gli ospiti Raffaele Lo Russo (Segretario nazionale Fnsi), Giovanni Impastato (fratello di Peppino), Leonardo Palmisano (giornalista e scrittore) e alcuni magistrati che combattono le organizzazioni criminali col loro lavoro.

La legalità e la coscienza antimafiosa dovrebbero essere sempre più aspetti alla base di ogni cittadino che ha a cuore la società in cui vive e il territorio in cui si muove. Le mafie hanno ormai volti diversi da quelli stragisti dei decenni passati, ma non sono per niente meno violente e meno potenti. Anzi, gli affari delle organizzazioni mafiose sono sempre maggiori, le loro azioni più pervasive e ben mascherate da soggetti giuridici e sociali fintamente legali. Proprio per questo, sin da giovani, tra i cittadini devono diffondersi sempre più valori quali la legalità e la coscienza anti-mafiosa.

Link Sponsorizzato

Il progetto “Crescere informando” ha tra i suoi obbiettivi la diffusione dei valori legalitari e antimafiosi osservati, oltre che dagli occhi della cittadinanza, anche attraverso la lettura e l’analisi giornalistica.

Acquisire competenze quali scrittura, public speaking e video making significa, per ragazze e ragazzi di oggi, poter far proprie capacità subito spendibili nel mondo del lavoro in tutti i settori economici. Le stesse abilità che, purtroppo, la scuola non riesce a trasferire in mancanza di tempo e risorse, con programmi del genere.

Link Sponsorizzato

In altre parole, “Crescere informando” può trasferire potenziali aspetti utili, costosi in specifici istituti di formazione, che possono rappresentare la costruzione di alternative alla collaborazione con le organizzazioni criminali, appetibili proprio per le capacità economiche e sempre interessate ad ingrossare le fila di seguaci e “operai” a buon mercato.

Presentato a valere sull’Avviso pubblico “Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie” (POR PUGLIA 2014-2020 Asse IX) da un team giovane di quattro ragazzi, grazie alla capofila APS Camera a Sud – Circolo Aics di Lecce, “Crescere informando” è risultato idoneo e vincitore, tra i primi posti nella classifica della penultima tornata di valutazioni della Regione Puglia.

Rivolto a studentesse e studenti tra i 14 e i 17 anni, il progetto prende il via questo mesecon i primi laboratorio di coscienza antimafiosa: tre giornate in cui saranno proposte altrettante proiezioni su Costituzione, esempi giornalistici del passato italiano e un ultimo sui beni confiscati alle mafie, la loro possibile destinazione e il loro riutilizzo sociale. A ciò faranno seguito i laboratori per il trasferimento di competenze specifiche e utili, con la scrittura giornalistica anche d’inchiesta, il public speaking e il video making. Tutte le attività si toccheranno e si intrecceranno, così da rende dinamico ogni aspetto del progetto. Attività che si terranno presso il bene in disuso del Comune di Galatone (Le), in via Corsieri, gestito dalla Cooperativa di Comunità eLabora (partner di progetto), presieduta da Giancarlo Tuma. Assieme a eLabora, un buon numero di partner progettuali: Fnsi – Federazione nazionale stampa italiana, Radio Skylab, Antenna sud – canale 90, Associazione Culturale Artéteca e Fucina salentina.

Accanto al team progettuale, le attività vedranno protagonisti importanti docenti, esperti tanto degli aspetti tecnici tanto dei temi proposti: Massimiliano Lorenzo – giornalista pubblicista e già giovane direttore responsabile –, Paolo Franza – giornalista e volto conosciuto di Antenna Sud – e Chiara Idrusa Scrimieri – autrice, regista e docente universitaria. Ma la spinta giovanile e innovativa del progetto vedrà la partecipazione, dall’inizio alla fine e in momenti differenti, di personalità locali e nazionali, che spazieranno dai mondi del giornalismo a quello della cittadinanza attiva, da quello giuridico a quello dell’impegno sociale. Non a caso, nell’ultimo tratto del progetto, la “restituzione”, sono previsti tre incontri con importanti volti del nostro territorio salentino e italiano: da Raffaele Lo Russo (Segretario nazionale Fnsi) a Giovanni Impastato (fratello di Peppino, esempi ancora oggi di lotta antimafiosa), da Leonardo Palmisano (giornalista e scrittore, attivo con libri e incontri proprio sui temi delle mafie e della legalità) ad alcuni magistrati che col loro lavoro le organizzazioni criminali provano a combatterle. Saranno importanti occasioni, per i partecipanti, di condividere con amici e parenti i frutti del proprio impegno e lavoro durante le attività previste dal progetto.

Saranno attività utili e fondamentali, per i giovani di oggi e di domani – i veri protagonisti del progetto –, che possono essere già conosciute e approfondite sulle pagine social del progetto. Pagina Facebook: Progetto “Crescere informando” – giornalismo e legalità – Pagina Instagram: crescere.informando.

Per maggioi info

328 40 18 433

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie