HomePrima PaginaProtocollo serie B: ecco quando non si potrà giocare. Da chiarire punti...

Protocollo serie B: ecco quando non si potrà giocare. Da chiarire punti su portieri e Primavera

Dalla Conferenza stato-regioni nasce un Protocollo per la Serie B valido per tutti. Ora c'è una procedura uniforme valida per tutte le autorità sanitarie locali al fine di garantire il corretto svolgimento dei campionati degli sport di squadra.

C’è finalmente un protocollo unico da seguire, valido anche per la serie B, si tratta solo di attendere l’Ok del CTS che dovrebbe arrivare nella giornata di domani.

Dalla Conferenza stato-regioni di ieri infatti, si è giunti a un compromesso per la gestione dello sport nei prossimi mesi di pandemia.

Link Sponsorizzato

Nei mesi precedenti le Asl dei territori di appartenenza delle squadre hanno operato secondo regole che non erano le stesse su tutto il territorio nazionale, creando un vero e proprio cortocircuito istituzionale; anche in considerazione dei ricorsi al Tar da parte della Lega, che hanno di fatto messo in luce evidenti incongruenze nelle decisioni prese delle autorità sanitarie locali.

Ora, però, c’è un Protocollo valido per tutti e per tutti gli sport di squadra (compresi volley, basket etc…)

Link Sponsorizzato

Ecco in cosa consiste:

  • Il limite massimo dei positivi è quello del 35% degli atleti, dopo di che si procede con il bloccare la squadra
  • Per i positivi è previsto isolamento
  • Tamponi ogni cinque giorni con obbligo di indossare mascherine FFP2 quando non si effettua attività sportiva, a prescindere dallo stato vaccinale per i contatti ad “alto rischio”, la cui definizione e differenza con quelli a “basso rischio” è specificata nella circolare del Ministero della Salute del 7 gennaio 2022
  • Per i contatti a “basso rischio”, invece, si applicano le misure previste dalle indicazioni ministeriali, in questo caso tenendo conto dello stato vaccinale.

I punti da chiarire

C’è da capire ora qual è il gruppo dei giocatori sul quale fare riferimento per calcolare la percentuale del 35. Bisognerà quindi chiarire se sono solo i giocatori della prima squadra o se sono compresi anche i giovani che si allenano con loro e che saltuariamente vengono convocati (anche se la decisione sembra orientata a tener conto solo dei giocatori della prima squadra). C’è poi da chiarire l’aspetto del portiere e comprendere cosa accade se non se ne ha a disposizione uno negativo.

Operatività del Protocollo

In attesa della valutazione del Comitato Tecnico Scientifico, e quindi del suo ok, il Protocollo non è applicato e difficilmente sarà operativo per la prossima giornata di campionato; a meno che il CTS non risponda a stretto giro di posta.

 

 

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie