HomeCronacaTar, via libera ai lavori di realizzazione della fogna bianca nel Comune...

Tar, via libera ai lavori di realizzazione della fogna bianca nel Comune di Novoli

NOVOLI – Via libera ai lavori di realizzazione della fogna bianca nel Comune di Novoli per un importo di 2 milioni di euro finalizzati ad evitare fenomeni di allagamento in occasione di eventi atmosferici di particolare intensità.

E’ questo l’effetto della sentenza depositata dalla Seconda Sezione del TAR di Lecce (Presidente Antonella Mangia, Estensore Nino Dello Preite), che ha respinto il ricorso proposto dalla società FALP Costruzioni di Lecce, terza classifica, avverso il provvedimento di aggiudicazione in favore della ditta MGM di Santa Cesarea.

Link Sponsorizzato

Il Giudice Amministrativo, accogliendo le tesi difensive dell’avvocato Luigi Quinto per conto della ditta vincitrice, ha ritenuto legittimo l’operato della commissione di gara ed il consequenziale provvedimento di aggiudicazione, rilevando la correttezza dei punteggi attribuiti ai concorrenti, coerenti con i criteri di valutazione previsti dal regolamento di gara.

In particolare, il TAR ha ritenuto corretta la mancata attribuzione alla FALP del punteggio previsto per l’esecuzione di lavori analoghi, da comprovare con una attestazione di buon esito. La ricorrente rivendicava l’attribuzione di quel punteggio sulla base di un semplice SAL (stato avanzamento lavori), facendo leva su un chiarimento reso in tal senso dalla stazione appaltante.

Link Sponsorizzato

Il Giudice Amministrativo ha affermato l’importante principio di diritto secondo cui “i chiarimenti resi in corso di procedura non possono in alcun modo comportare sostanziali modifiche alla lex specialis, che è l’unico atto sul quale si instaura il confronto concorrenziale”.

Per effetto della decisione del TAR – ha dichiarato l’Avvocato Luigi Quinto – la ditta MGM è pronta ad avviare i lavori. A tal fine ha già provveduto ad approvvigionarsi dei materiali necessari per l’avvio del cantiere al fine di recuperare il tempo perduto e riuscire a completare l’opera in poco più di un anno.

Si tratta di un appalto finanziato con fondi ministeriali, che ha come obiettivo quello di razionalizzare la rete cittadina della fogna bianca e dei recapiti finali al fine di rendere gli stessi compatibili con la normativa di settore, eliminando l’immissione delle acque direttamente in falda profonda.

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie