PORTO CESAREO (Lecce) – Gestisce un albergo a Porto Cesareo, ma non paga al proprietario i canoni previsti dal contratto e, prima di andare via, ruba anche alcuni elettrodomestici ed altra attrezzatura da cucina. E adesso è finito nei guai con una sfilza di accuse: truffa, estorsione, furto aggravato e minacce.

Il protagonista è A.G., 47enne di Copertino, denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Porto Cesareo. Secondo quanto accertato dai militari, l’uomo – nei mesi di agosto e settembre scorsi – non avrebbe pagato il proprietario della struttura alberghiera di cui era gestore, distraendo dal suo conto corrente il denaro guadagnato con l’attività ricettiva, al fine di onorare le somme dovute dal contratto.

Come detto, il copertinese, prima di lasciare la struttura, ha rubato anche alcuni elettrodomestici ed altri attrezzi da cucina, per un valore che verrà quantificato con esattezza nelle prossime settimane. Per lui, pertanto, è scattata la denuncia.