TORRE SAN GIOVANNI (Lecce) – Grande successo alla quindicesima edizione del Cross del Salento. Ieri mattina si è svolta a Torre San Giovanni (Ugento) la corsa campestre a carattere nazionale valevole come prima tappa del circuito Cross in Puglia 2019. L’evento sportivo patrocinato dal comune di Ugento, si è sciorinato con l’organizzazione della Asd Atletica Capo di Leuca del presidente Luca Scarcia su mandato della Fidal Lecce. Più di cinquecento atleti si impegnati sul percorso disegnato presso l’area del ristorante “Morfeo”, nell’ambito di un tracciato reso difficoltoso da, ponti, sottopassaggi artificiali e dislivelli. Una tratta dall’elevato tasso tecnico che ha reso la competizione spettacolare. Alla gara hanno preso parte le categorie maschili e femminili Seniores, Promesse, Juniores, Allievi, Cadetti, Ragazzi ed Esordienti A, B e C. Tutti i partecipanti si sono radunati alle 8, in attesa della gara che si è suddivisa in sette partenze per altrettante batterie negli orari compresi tra le 9 e le 12.30.

Luigi Gerardi (SM60) della Amatori Castrignano de’ Greci ha conquistato il primo posto della prima batteria, al netto di un ottimo 16:58 che non ha lasciato scampo al secondo classificato Francesco Carofiglio della Atletica Capo di Leuca e e al compagno di team Alessandro Zaminga. In luce anche Pamela Greco (SF45) della Saracentletica, prima tra le donne della prima batteria con il tempo di (17:55). In batteria 2 ha primeggiato invece Andrea Palumbo della Atletica Amatori Cisternino. Il Juniores ha inchiodato il cronometro a 21:31 mettendo in fila Giuseppe Antonini (SM 45) della Atletica Paratico e Francesco Sportelli (J) della Amatori Atletica Acquaviva. Tra le donne si è fatta valere la prestazione super di Stefania Scatigna (SF40) della Atletica Capo di Leuca che ha fermato l’orologio a 25:09.

La terza serie è stata dominata dai gemelli Martin e Bernard Dematteis (SM). I tesserati della Corrintime sono sono saliti sul primo e sul secondo gradino del podio dopo aver chiuso la gara con i tempi di 26:55 (Martin) e 26:58 (Bernard). Terza piazza d’onore per Giuseppe Falchi della Lbm Sport Team. I Dematteis hanno avuto la meglio nel contesto della corsa più difficile dell’intera competizione per via degli 8 chilometri di percorso che hanno incluso le categorie SM, PM, SM35 e SM40. Tra le donne Allieve e Juniores si è distinta in quarta batteria la prova di Martina Marseglia della Alteratletica Locorotondo con il tempo di 17:24. Marseglia ha preceduto in ordine Rebecca Volpe della Us Giovani Atleti Bari e Maddalena Mangiullo della Asd Nest.

Per la categoria Allievi si è imposto Ahmed Semmah dell’Atletica Cosenza, che ha fatto registrare il tempo di 18:10 superando la concorrenza di Giovanni Vittorio Atletica Aden Exprivia Molfetta e Francesco Colaci della Atletica Capo di Leuca, giunti rispettivamente al secondo e al terzo posto. In sesta batteria si è evidenziata la performance di Giulia Sodero. La tesserata della Asd Orient Atletica Tricase ha vinto tra le Cadette in virtù di un ottimo 08:17, che le ha permesso di resistere agli assalti di Roberta Cavallo dell’Atletica Grottaglie e di Serena Intini dell’Alteratletica Locorotondo. Tra i Cadetti ha trionfato Antonio Bonvino della Asd Atletica Fiamma Giovinazzo, che nell’ultima batteria ha fatto registrare il tempo di 10:41 precedendo rispettivamente Samuele Mastropasqua della Euratletica Bisceglie e Andrea Stefanizzi della Podistica Magliese. Al termine della corsa si è svolta la ricca cerimonia di premiazione in un clima di grande festa.

“Abbiamo aperto le danze con la prima prova del Cross in Puglia e il presidente Scarcia ci ha abituati ad un livello qualitativo e prestativo molto elevato – spiega un soddisfatto Ottaviano Andriani, Responsabile del mezzofondo della Fidal Puglia. L’idea è quella di rendere questa manifestazione un’istituzione, in maniera tale che vada oltre i confini della Puglia. Vogliamo rendere il Cross del Salento una competizione di respiro nazionale e magari anche internazionale”.