ALESSANO (Lecce) – Le studentesse dell’Istituto Comprensivo di Alessano – Specchia nate negli anni 2005 e 2006, partecipanti ai Campionati Studenteschi 2018/2019 – Scuola Secondaria di Primo Grado alla categoria “Cadette” al Campionato “Pallavolo di I e II grado”, lo scorso 12 aprile, presso la Palestra “ Istituto Tecnico “Euclide – Caracciolo” a Bari, hanno conquistato il Titolo di Campionesse Regionali per la propria categoria, guidate dai Docenti di Educazione Fisica Giuseppe Martella per Alessano e Maria Assunta Ciullo per Specchia.

Le giovani pallavoliste, alcune delle quali tesserate con il bianco verde Volley Specchia, nella fase provinciale leccese hanno incontrato e battuto le scuole di Cutrofiano, Ruffano, Casarano, superando in finale quella di Carmiano per 2-1. Mentre per la finale regionale hanno superato per 2-0 le ragazze di Canosa e in finale quelle di Mesagne con lo stesso risultato.

Le Campionesse regionali sono: Elisa Pagliara, Alessandra De Blasi, Sofia Scarcia Bramato, Sara Rizzo, Eva Lucatelli, Giulia Marra, Asia Ardito, Marta Milello, Agnese De Carli, Elena Liso, Laura Cassano, Paola Sanapo e Martina Indino.

Anche i cadetti dell’Istituto Comprensivo di Alessano – Specchia si sono qualificati alla fase regionale di Bari, dopo aver incontrato e superato i loro coetanei delle scuole di Ruffano e di Casarano e in finale quella di Surbo per 2-0, ma a Bari sono stati sconfitti dal Castellana Grotte per 2 set a 1. I giovani giocatori che hanno partecipato sono: Matteo Bello, Gabriele Costa, Gioele Elia, Gioele Imbrauglio, Alessio Imperato, Alessio Indino, Giuseppe Indino, Davide Marzo, Antonio Pedone, Mattia Potente, Manuel Rizzo, Giovanni Scarcia e Stefano Schirinzi.

Nei Campionati Studenteschi 2018/2019 ogni squadra è composta da un massimo di 12 giocatori con la presenza in campo, in ogni circostanza, di 6 giocatori. Non sono ammesse alla disputa dell’incontro squadre con meno di 10 giocatori. Nel rispetto del principio di inclusività espresso nel Progetto Tecnico, tutti i giocatori inseriti a referto devono giocare almeno un set intero consecutivo per ogni incontro.

Il campo misura mt. 9 di larghezza e mt. 18 di lunghezza e la rete deve essere posta all’altezza di mt. 2.05 sia per la categoria maschile che femminile. La scelta della tecnica di esecuzione della battuta è libera e non è consentito l’uso del giocatore “Libero”. Non costituisce fallo la ricezione del servizio avversario eseguita con tecnica di palleggio. Il contatto del giocatore con qualsiasi porzione della rete compresa fra le due bande laterali, costituisce sempre fallo. Per quanto non previsto, vige il regolamento tecnico della FIPAV.