LECCE – Gli studenti della Link si schierano apertamente con il Movimento No Tap e lanciano la raccolta fondi.

“Come Link Lecce – Coordinamento Universitario siamo da sempre vicini al movimento No Tap e abbiamo preso parte e promosso mobilitazioni e iniziative volte a rivendicare con forza l’autodeterminazione del territorio.

Da anni contestiamo la repressione messa in campo nelle nostre strade e nei confronti di chi quotidianamente si oppone con forza alla realizzazione di Tap.

Numerosi gli episodi che si sono verificati in questi anni, come l’organizzazione di un incontro all’interno della nostra Università, riservato ad un elenco ristretto di persone volto a legittimare la costruzione dei tubi di Tap nei nostri paesi.

Ribadiamo ancora una volta che TAP non è solo un problema di una zona ristretta e degli abitanti del territorio, è una questione che interseca diversi aspetti e attraversa i confini. Tap rappresenta la perpetuazione di questo modello che distrugge il territorio e contribuisce ad accrescere i cambiamenti climatici e i danni conseguenti. È un problema ambientale, è un problema di privazione del potere decisionale dei territori, di mafia, di repressione.

La lotta contro TAP è una lotta per riaffermare la nostra dignità, per dimostrare che non pieghiamo la testa dinanzi al ricatto delle speculazioni sulla salute e sull’ambiente.

Ancora oggi, si è mostrato uno dei volti oscuri e peggiori della repressione.

Continueremo ad essere vicini ai movimenti chequotidianamente lottano contro Tap, contro le grandi opere e contro un sistema che sta mettendo in ginocchio la nostra regione.

Perciò, chiediamo che tutte le realtà territoriali che si oppongono e lottano contro la tap, si uniscano a noi per una raccolta fondi a sostegno del Movimento NO TAP”.