GALLIPOLI (Lecce): Polizia, carabinieri, guardia di finanza, guardia costiera di Gallipoli e il personale dell’ispettorato del lavoro di Lecce impegnati in un servizio interforze al mercato ittico di Gallipoli. Obiettivo è quello di contrastare l’illegalità e la tutela del consumatore.

Sono state riscontrate irregolarità amministrative e varie violazioni da parte dei gestori degli esercizi commerciali presenti nell’area del mercato ittico a Gallipoli, già sottoposto, nel luglio 2017, a sequestro penale per il reato di occupazione abusiva di suolo demaniale e poi dissequestrato nel dicembre successivo.

Il servizio è stato organizzato sulla base delle indicazioni date nel corso di Riunione Tecnica di Coordinamento, presieduta nei giorni scorsi dal Prefetto di Lecce e nel Tavolo Tecnico del Questore di Lecce, tenutosi nel Commissariato di Gallipoli. I militari hanno riscontrato l’occupazione abusiva del suolo demaniale per circa 500 mq. con il posizionamento di 30 tavolini, 80 sgabelli, 15 banconi in acciaio, 15 ombrelloni di materiale plastico, 3 frigoriferi e suppellettili e arredi vari, tutti sottoposti a sequestro penale;
Quattro lavoratori sono stati sorpresi “in nero” presso tre esercizi a cui è stata sospesa la licenza.

Rinvenuti e sequestrati 22 Kg. di mitili e molluschi non idoneamente conservati: ai due gestori è stata contestata una sanzione amministrativa di mille euro ciascuno; sequestrati anche 5 Kg. di mitili sottoposti a sequestro penale per cattivo stato di conservazione e la responsabile è stata denunciata.

Sono in corso ulteriori accertamenti, da parte degli organi intervenuti, per verificare il possesso delle prescritte autorizzazioni ed eventuali altre violazioni in materia.