SALENTO – La battigia è accarezzata da un mare simile a quello delle isole tropicali: trasparente, color smeraldo e dalle mille sfumature, a seconda delle distanze che si percorrono. I social si riempiono di piccole cartoline che raccontano tutta la bellezza salentina. A Porto Cesareo non passerà ancora per molto tempo l’estate, ma è così anche a Castro, Otranto e in tantissime altre mete turistiche salentine. Il sole picchia ancora molto forte la mattina. Settembre non è caotico: è il mese più giusto per rilassarsi senza file o affollamenti sulle spiagge. Si potrebbe lavorare con i lidi ancora per due mesi, soprattutto nei weekend, specialmente con gli stranieri o con i turisti che fanno il fine settimana mordi e fuggi. Eppure, in tanti sono pronti a smontare tutto già da domani. Questo è il primo anno in cui i lidi possono restare sempre aperti: unico obbligo è essere dotati di bagnino. Ma allora perché chiudono? Semplice: hanno già fatto cassa e un bagnino da pagare in giornate dove non c’è il pienone non conviene. 

Nel Salento la lunga estate riserva magnifiche sorprese. È da applauso il gestore di lidi che lascia aperta la sua attività per fornire un importante servizio di presidio, pulizia delle spiagge e vigilanza della costa.