PORTO SELVAGGIO (Lecce) – Non si arrestano gli sbarchi sulle coste della provincia di Lecce. Nel corso della mattinata, infatti, una motovedetta della Guardia di Finanza ha intercettato al largo di Porto Selvaggio, una delle marine di Nardò, un veliero con a bordo tredici migranti, che si stavano dirigendo verso le coste salentine.

I tredici migranti, tutti giovani e maggiorenni, provengono dalla Siria, dal Pakistan, dall’Iran e dalla Palestina e godono di buone condizioni di salute, seppur stremati dall’estenuante viaggio (prima sulla terraferma, poi in mare) e dal fatto che non abbiano mangiato negli ultimi tre giorni.

Il natante è stato poi scortato dai mezzi dei finanzieri fino al porto di Gallipoli, dove i migranti sono stati assistiti e rifocillati dai volontari della Croce Rossa. Ai soccorritori hanno riferito di aver viaggiato per circa un mese attraversando Siria, Turchia e Grecia per poi arrivare sulle coste del Salento.

I migranti sono stati poi accompagnati presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, per le rituali procedure di identificazione.