LECCE – L’Asl assumerà a tempo indeterminato i 26 lavoratori, con la qualifica di Oss, in servizio in alcuni ospedali salentini. Dopo cinque anni di vertenze, gli operatori socio sanitari vedranno stabilizzarsi, finalmente, la loro posizione lavorativa: questa mattina la forma dell’accordo davanti al giudice del lavoro Amato Carbone.

Presenti il direttore dell’asl di Lecce Rodolfo Rollo con il legale Fernando Caracuta e l’avvocatessa Maria Greco che ha difeso i lavoratori insieme al sindacato UIL – FPL e il segretario Dario Cagnazzo. I 26 lavoratori non ottennero il contratto a tempo indeterminato, pur avendo raggiunto i 36 mesi di servizio (sempre con contratti a tempo determinato) e pur avendo superato una prova selettiva, così come previsto dalla legge Madia.

Quindi con la stabilizzazione, i lavoratori, difesi dall’ avvocato Maria Greco, eviteranno nuovamente un nuovo contenzioso che avrebbe portato ad un ulteriore dispendio di denaro pubblico per la Asl.