ROMA – Il sì ufficiale è sempre più vicino: il centrodestra non ha nomi più autorevoli in Puglia di Raffaele Fitto? È divisivo secondo i leghisti pugliesi? Comincino a turarsi il naso. I fittiani sono gli avversari dei Fratelli d’Italia in molti comuni del Leccese nonostante la fusione regionale e nazionale? Se ne faranno una ragione anche loro: a Roma la scelta è quasi fatta. Manca poco all’ufficializzazione. “Ci rimettiamo alla volontà dei vertici e non abbiamo preclusioni, meno che meno verso Fitto – afferma Gianni De Blasi al telefono, segretario provinciale della Lega – Rispettiamo le volontà che emergeranno dal tavolo romano”. In serata si vociferava di un documento leghista contro Fitto inviato al commissario D’Eramo: notizia smentita categoricamente dai leghisti. 

La decisione è vicina: la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, sarà a Bari il 16 dicembre (Fiera del Levante, ore 15,30) e nell’occasione – confermano all’ANSA diverse fonti politiche regionali – verrà ufficializzato il nome del candidato alla presidenza della Regione Puglia per il centrodestra. Le stesse fonti confermano che il ‘papabile’ è l’europarlamentare Raffaele Fitto. “Amen, se a Roma decidono questo” – ripetono i vertici leghisti. Ma qualcuno minaccia il disimpegno anche tra Fratelli d’Italia: le vecchie ruggini potrebbero riemergere.