Otranto Fashion Night è l’evento ideato da Gabriele Merico per valorizzare il territorio e da cui nasce l’idea di creare una collezione ispirata ai costumi tradizionali del Salento e al ballo della pizzica ricercando nei costumi il valore distintivo e culturale del Salento esaltato attraverso Otranto Fashion Night.

 

“L’organizzazione – spiega Gabriele Merico – comprenderà la collaborazione di professionisti e di soggetti del territorio. “La moda” di Otranto Fashion Night sarà lo spunto per raccontare il Salento, portando usi e costumi locali nel mondo del glamour.”

La bellezza dell’acconciatura salentina ad esempio, emergerà come sinonimo di stile e costume, non mancherà l’omaggio al copricapo tradizionale, il fazzoletto delle sagge nonne, un “babushka trend” tutto salentino e piacevoli riferimenti ai vecchi “cunti salentini” (fiabe popolari) che narrano di ninfe, fate, scazzamurrieddhi (folletti dispettosi), macare (vecchie streghe fattucchiere), nanni orchi (nonni orchi), galline dalle uova d’oro e frati dalla lunga barba.

“Con Otranto Fashion Night per la prima volta andranno in scena le maison salentine – prosegue Gabriele Merico – con ‘Mani e menti del Salento’ al fianco delle maison più blasonate dando importanza ai tessuti stessi, con cura ai passaggi della creazione e della lavorazione con un focus sui metodi antichi che hanno caratterizzato il nostro territorio e quelli moderni che lo valorizzano”.

Gabriele Merico parla di “artisti”, per la sua Otranto Fashion Night: “Le persone sono arte, non è tanto la modella o il modello, l’indossatrice o l’indossatore. Il fulcro sono le persone intese come arte, come il sorriso di una persona, come il sentimento più grande che essa trasmette.

I veri protagonisti di Otranto Fashion Night sono le persone, sono le mani che creano, sono i volti che guardano gli orizzonti e le mete da raggiungere, sono i corpi che rendono sinuoso il disegno umano, sono gli occhi che trasmettono le emozioni e rispecchiano quello che siamo attraverso il ‘manto’ che scegliamo”.

I profumi e la narrazione di sentimenti profondi cammineranno di pari passo con accessori come occhiali, borse e pochette dando vita ad un evento magico in una location esclusiva, con una struttura maestosa.

“Non la solita passerella – spiega Gabriele Merico – ma uno sviluppo itinerante e spettacolare, si pensa ad una struttura creata apposta per l’occasione incastonando la statua in onore dei martiri otrantini e rendendo omaggio al fascino di Idrusa, simbolo dell’evento. La scenografia sarà inspirata alla cultura del Salento: alle pavimentazioni tipiche salentine, allo stile di arredamento, alle maioliche e agli affreschi e pareti dei palazzi storici e monumentali, al paesaggio in più dettagli, l’immensità del mare e la costa con gli imponenti faraglioni, l’architettura dei monumenti e lo stile barocco per dare caratteristiche più ‘umane’ all’arte della moda”.

Altra novità nel panorama locale è Salento Active, dedicato alla moda sportiva, dove sfileranno per l’appunto marchi tecnici, affiliati agli sport promossi da Salento Active, che sta prendendo piede coinvolgendo i team sportivi, shops, e brand.

L’idea è sensibilizzare il pensiero allo sport grazie anche allo sviluppo della Marathon di Otranto svolta in occasione della rassegna alba dei popoli che nell’edizione 2019 ha visto presenti le ragazze di Salento Active.

“Vogliamo trasmettere adrenalina e spettacolo – precisa Gabriele Merico – vogliamo che gli artisti si divertano sul palco. Sarà costruttivo per aprire la società a favore del buon gusto, dell’abbigliamento, della manodopera salentina e tutelarla in tutte le sue sfaccettature.”