CERIGNOLA – Un agguato in piena regola contro i tifosi del Lecce. Scene di panico e guerriglia urbana intorno alle 12 lungo l’autostrada A16 Napoli-Canosa in direzione del capoluogo campano all’altezza di Cerignola, nel territorio foggiano.

Navette e pullman dei tifosi giallorossi diretti nella Capitale per assistere alla partita Roma-Lecce in programma alle 18 allo Stadio Olimpico, sarebbero stati vittima di una trappola tesa da centinaia di tifosi baresi, a loro volta in viaggio verso Castellammare di Stabia per il match della squadra biancorossa contro la Cavese.

Da quanto si apprende i mezzi dei sostenitori del Lecce si sarebbero ritrovati la strada sbarrata da quelli in cui viaggiavano i tifosi baresi, almeno quattro pullman.

Sarebbero stati letteralmente accerchiati per poi subire un vero e proprio assalto, poi sfociato in scontri violenti per strada e anche all’interno di un’area di servizio poco distante. Un pullman su cui viaggiavano gli ultras leccesi è stato anche dato alle fiamme.

Sul posto la polizia stradale, i vigili del fuoco e altri mezzi dei soccorsi. Il tratto autostradale interessato dagli scontri è stato chiuso per diverse ore ed il traffico deviato.

Il bilancio finale conta tre furgoncini dei tifosi leccesi distrutti, uno ridotto in cenere dalle fiamme e, almeno ufficialmente, nessun ferito.

Intanto la SSC Bari ha diffuso una nota stampa con cui esprime profonda vicinanza all’US Lecce e ai suoi tifosi, condannando l’episodio.

“SSC Bari intende esprimere la più ferma condanna per quanto accaduto oggi sul tratto autostradale che collega la Puglia alla Campania. Ogni forma di violenza è da condannare nel modo più assoluto; sono episodi che non hanno nulla a che vedere con i valori che la Società biancorossa e la città di Bari hanno da sempre promosso e sostenuto” si legge nel comunicato.

“Questi episodi sono da condannare in maniera netta e categorica. – proseguono – Coloro i quali si sono resi protagonisti di azioni così vili e violente, niente hanno a che fare con la civiltà e la sportività della maggior parte della tifoseria barese. In attesa che le autorità competenti facciano piena luce su quanto effettivamente accaduto, la Società esprime tutta la propria solidarietà all’U.S. Lecce e ai suoi tifosi, unitamente agli auguri di una pronta e completa guarigione agli eventuali feriti”.

Anche la solidarietà della società giallorossa non ha tardato ad arrivare. “L’U.S. Lecce esprime la propria vicinanza ai tifosi giallorossi, vittime di un vile agguato, avvenuto in tarda mattinata, nel tragitto per raggiungere la Capitale e assistere alla gara di campionato #RomaLecce” si legge nelle prime righe della nota ufficiale.

“In un momento in cui il Paese sta attraversando una emergenza sanitaria di portata storica – continua – , si prende atto con sgomento, che ci sono individui che preferiscono concentrarsi su azioni delittuose, a danno di altre persone, prendendo di mira tutti indiscriminatamente”.

“L’U.S. Lecce, nel condannare fermamente ogni forma di violenza, ripone la massima fiducia nel lavoro delle Autorità competenti, in attesa che sia fatta piena chiarezza sull’accaduto” conclude la società.