La Conferenza episcopale pugliese a seguito del decreto del Presidente del Consiglio del 4 marzo u.s. e del comunicato stampa della Conferenza Episcopale Italiana “Corona virus: la posizione della CEI”, a nome di S.E. mons.  Donato Negro, Presidente della CEP, inviata  ad attenersi alle seguenti disposizioni:

–  che le scuole cattoliche e i seminari vengano chiusi da oggi fino al 15 marzo p.v. (Cf. Decreto ministeriale art. 1, d);

–  che le attività di  catechesi,  assimilabili  alle  manifestazioni  e  agli  eventi  che comportano  affollamento  di  persone  e  non  possono  assicurare  la  distanza  di sicurezza  di  almeno  un  metro,  vengano  sospese  fino  al  3  aprile  (cf.  Decreto ministeriale art. 1, b e Comunicato stampa della CEI);

–  che  non  vengano  sospese  le  Celebrazioni  Eucaristiche  e  gli  incontri  di preghiera  che  caratterizzano  questo  tempo  Quaresimale  (cf.  Comunicato  stampa CEI).

Il comunicato ricorda inoltre   di  mettere  in  atto  i  comportamenti  prudenziali  già consigliati  (svuotare  le  acquasantiere,  omettere  il  segno  della  pace  e  ricevere  la  S. Comunione solo sulla mano), e inoltre, al termine dei funerali, trigesimi e anniversari per i defunti, di far sì che si evitino le condoglianze.

Non appena resa pubblica la decisione anche l’arcivescovo Michele Seccia con apposito Decreto ha disposto per tutto il territorio diocesano “di seguire alcune semplici norme durante il tempo dell’emergenza.

Ha disposto inoltre “l’interruzione delle attività pastorali che prevedono raggruppamento di persone a iniziare dagli appuntamenti settimanali della catechesi ai fanciulli”.

Ha inoltre ribadito nel documento la piena collaborazione con le Istituzioni nazionali e locali e con l’autorità sanitaria e ha raccomandato in modo particolare ai parroci, ai sacerdoti e ai diaconi “di sostenere con sapienza evangelica le persone più fragili, in particolar modo quelle che si lasciano più facilmente condizionare dalla paura”.

Ha infine chiesto la preghiera a tutti specialmente per le persone contagiate.

Nelle prossime ore il quotidiano diocesano  Portalecce darà notizia circa la conferma o meno degli eventi diocesani o parrocchiali già programmati e che prevedono la presenza dell’arcivescovo.