SALENTO – Il primo weekend di “libertà” per tutto dall’inizio della fase 2 comincia con una serie di incendi divampati in tutto il Salento.

Roghi appiccati nella maggior parte dei casi dalla mano dell’uomo, che da nord a sud della provincia di Lecce hanno impegnato per tutto il giorno i vigili del fuoco del comando provinciale del capoluogo salentino ed i colleghi dei distaccamenti provinciali dislocati sul territorio.

I roghi che hanno richiesto l’intervento dei “caschi rossi” per domare le fiamme e scongiurare pericoli per i cittadini sono divampati nella città di Lecce, nella vicina Monteroni nonché a Porto Cesareo, a Casarano e Tuglie. A bruciare, prevalentemente, sterpaglie ed alberi.

L’incessante lavoro dei vigili del fuoco ha consentito di avere la meglio sulle fiamme, che sono state domate senza richiedere l’ausilio di un mezzo aereo. La “stagione degli incendi” è ufficialmente iniziata.