HomeAttualitàLa scelta dell'auto al tempo del caro carburante. Ibrida, elettrica, a metano,...

La scelta dell’auto al tempo del caro carburante. Ibrida, elettrica, a metano, GPL, benzina o Diesel? Le risposte dell’esperto, dott. Giancarlo Federico

PUGLIA – Come orientarsi nella scelta dell’auto giusta in un periodo in cui il caro carburante sta scatenando una dura crisi globale? Oggi ci affidiamo ai consigli di un esperto, il dottor Giancarlo Federico, Amministratore e responsabile vendite di Federcar, che da circa 30 anni è operativo nel mercato dell’automobile e conosce pregi e criticità dei vari brand che popolano le strade italiane. La scelta non può essere la stessa per tutti: non c’è un’unica soluzione per tutti, l’auto si compra sulla base delle proprie esigenze, perché se si fa tanta strada bisogna puntare sulle ibride. Inoltre, il futuro non potrà che essere “elettrico” per le auto: entreranno in commercio mezzi sempre più capaci di fare più chilometri con cariche inferiori. Oggi siamo in un periodo di transizione.


Dottor Federico, il caro carburante come si può contrastare? Meglio puntare sul GPL, sul metano oppure sull’elettrico?

Link Sponsorizzato

«La scelta dell’alimentazione, sulle auto da acquistare, sta diventando un dilemma per il cliente, che è letteralmente bombardato da pubblicità e consigli di pseudo esperti del settore. Spesso si crea ancor più confusione tra l’utilità, il risparmio, l’estetica e la meccanica.
A mio a parere, tutte le tipologie di alimentazione sono validissime: dal benzina, all’ibrido, al total electric, per finire al gpl e al metano.
Moltissimo dipende dal tipo di percorrenza che la persona effettua.
Se ha una percorrenza esclusivamente urbana, può andar bene il benzina, l’ibrido o l’elettrico, mentre facendo lunghi tragitti, il GPL, il Metano ed il Diesel, permettono di avere un buon risparmio e sono comodi per evitare l’affanno nella ricerca di distributori ricariche, che ad oggi non sono presenti in maniera uniforme su tutto il territorio, autostrade comprese».

Perché la Dacia Gpl è diventata il desiderio del ceto medio? Come mai la stanno comprando in tanti? È veramente così conveniente? C’è un buon rapporto qualità prezzo?

Link Sponsorizzato

«Dacia è sempre stato un marchio economico, diciamo “low cost”, che ha attratto più che per l’estetica o per i contenuti, per il costo! E quindi visto il momento difficile, continua a piacere soprattutto per il buon rapporto qualità/prezzo».

 Quali sono le altre opzioni di auto a GPL?

«Come auto GPL il mercato propone non molto, anzi, è veramente difficile fare nomi di case automobilistiche degne di nota. Anche Renault, che era attraente con la Linea Captur, si è fermata nella produzione».

È conveniente comprare delle auto usate? Quali sono le garanzie per l’utente e quali caratteristiche bisogna controllare per capire se l’auto andrà bene?

«Vista la scarsa reperibilità del nuovo, l’auto usata è una valida alternativa, anche se non sempre vantaggiosa nel prezzo, in quanto spesso si tratta di auto aziendali con pochi chilometri vendute con garanzia della casa madre».

La Jeep è ancora una macchina ambita? Come vanno le italiane, come Alfa e Fiat? Hanno ancora appeal sui salentini?

«La Jeep è una vettura ancora ambita, in quanto “alla moda”.
Tendenzialmente le auto italiane, hanno sempre la prevalenza fra la scelta dei clienti».

L’elettrico ancora non è in grado di garantire lunghe percorrenze. Quali sono le macchine elettriche o ibride più affidabili e che permettono di percorrere più chilometri? Quali sono i pro e i contro dell’auto elettrica?

«L’elettrico continua ad evolversi, cercando di aumentare l’autonomia di percorrenza, che in origine era di 150/180km, mentre ora si sta arrivando a 400/600km.
Ancora non entra nella testa e nell’abitudine, ma pian piano è destinata, l’auto elettrica, a diventare sempre più comune».

L’auto a Diesel è ancora un’opzione conveniente?

«Il Diesel ad oggi rimane l’alimentazione più completa e vantaggiosa, ormai accompagnato da piccoli motori di sostegno hybrid, che soprattutto servono a limitare le emissioni».

Qual è la macchina di livello medio-alto, secondo lei, che offre maggiori garanzie sul piano del rapporto qualità prezzo?

«Tra le auto di livello medio/alto che mantengono un buon rapporto qualità/prezzo, ci sono VW, AUDI, MERCEDES, BMW».

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie

Ance, un Prezzario tanto atteso ma inutilizzabile

0
LECCE - “Con delibera n. 709/2022, pubblicata sul BURP n. 56 del 20 maggio 2022, è stato approvato l’aggiornamento 2022 dell’elenco regionale dei prezzi...