OTRANTO – Gli avvocati Mauro Finicchito e Federico Massa hanno diffuso una nota per esprimere soddisfazione per gli esiti giudiziari della vicenda dei pintili. “Il TAR di Lecce ha pubblicato la Sentenza con la quale accoglie il ricorso del Comune di Otranto contro il provvedimento della Soprintendenza che imponeva l’immediato ‘smontaggio’ dei pontili del punto di approdo realizzato nell’ambito dell’area portuale.

Esprimiamo grande soddisfazione perché il Tar ha riconosciuto la piena legittimità dell’azione amministrativa posta in essere dal Comune dopo che il Consiglio di Stato aveva pronunciato una sentenza che, con riferimento all’attuale struttura dei pontili, affermava la legittimità di un precedente ordine di smontaggio.

Il Tar ha riconosciuto che la presentazione e approvazione di un progetto di modifica dell’esistente non solo non costituisce una ‘elusione’ della sentenza del Consiglio di Stato, ma, al contrario, rappresenta il legittimo esercizio delle competenze comunali per la ricerca di una soluzione che rendesse l’opera compatibile con il vincolo.

Del resto, il nuovo progetto, proprio sull’opposizione presentata dalla Soprintendenza avverso il provvedimento del Comune, è ora all’attenzione del Consiglio dei Ministri.
In tale ultima prospettiva, piuttosto, non può che ritenersi veramente fuori luogo la pretesa della Soprintendenza, di imporre in termini ultimativi lo smontaggio di un’opera la cui modifica e l’idoneità della modifica a superare il ritenuto contrasto con il vincolo, è all’esame del Consiglio dei Ministri.

La sentenza del Tar, questo in conclusione va assolutamente riconosciuto, riporta nell’alveo della naturale collaborazione istituzionale una vicenda che, per troppo tempo, è stata negativamente segnata da una innaturale ed esasperata conflittualità”.