di Gaetano Gorgoni

LECCE – Venerdì era prevista una riunione tra i sedici uscenti del centrodestra (erano 17, però uno sta passando dall’altra parte), ma sembra che tutto venga rimandato alla settimana prossima. Le primarie sono una certezza per tre partiti della coalizione (Lega, Direzione Italia e Fratelli d’Italia), ma anche per una parte dei forzisti: dovrebbero svolgersi a marzo. Intanto il centrodestra perde pezzi: Alberto Russi ormai è vicino alla chiusura con Puglia Popolare, dopo aver annunciato che non si candiderà. Non sono chiari i motivi che lo hanno spinto nelle braccia del centrosinistra, ma sembra che il suo rapporto con l’area Marti ormai sia stato definitivamente stroncato. Il consigliere uscente, che ha contribuito a far cadere Salvemini, si impegnerà (secondo le indiscrezioni che circolano), attraverso una persona a lui vicina, a supportare la lista di Luigi Mazzei.

Puglia Popolare, del resto, sembra vicinissima alla chiusura dell’accordo con l’area delle civiche di Delli Noci: sono stati stretti accordi a Bari anche in prospettiva elezioni regionali pugliesi. L’ex vicesindaco, del resto, ha sempre avuto una particolare attenzione per il partito di Mazzei, presentandosi a tutte le riunioni. Dunque, Puglia Popolare non dovrebbe sostenere Adriana Poli Bortone, ma andrà a rinforzare il centrosinistra unendosi all’area centrista. La senatrice, a questo punto, dovrà fare delle liste civiche per correre in autonomia, perché i principali partiti non sembrano orientati a rinunciare alle primarie. Forza Italia rischia gravi spaccature, se deciderà di seguire Adriana Poli Bortone nella corsa solitaria con i civici: Martini e De Benedetto hanno dei partiti pronti ad accoglierli.

Il centrodestra è ancora in cerca di una quadra, con tanti pontieri a lavoro per recuperare il rapporto con la senatrice Poli. Tra l’altro è diventata un’impresa anche l’alleanza con Andare Oltre, dopo la guerra per le postazioni del Cosorzio ASI: Pala (che probabilmente non si candiderà con FdI) ha invitato i fittiani a soprassedere. Infatti, per le primarie in campo ci potrebbero essere Congedo, Messuti e anche Fragola, segretario provinciale del movimento di Pippi Mellone.