O.P.

LECCE – Nella serata di ieri al Teatro Apollo è andato in scena lo spettacolo “Le ultime parole di Cristo” allestito dalla compagnia Balletto del Sud, che, all’interno della sua stagione di danza al Teatro Apollo di Lecce, in cartellone due serata la rima ieri la seconda oggi alle ore 18:30. “Le Ultime parole di Cristo”, balletto in un atto sull’oratorio di Saverio Mercadante, coreografia e regia di Fredy Franzutti, con la partecipazione della stella della danza internazionale Luciana Savignano nel ruolo della Madonna. In questo allestimento lo spettacolo è impreziosito dalla presenza del coro e l’orchestra del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce diretti dal maestro Francesco Muolo.

Lo spettacolo porta in scena il dramma della crocifissione di Cristo e trae ispirazione dall’insieme delle parole che Gesù pronunciò sulla croce. Sono sette celebri frasi di valore simbolico e filosofico sulle quali sono stati costruiti alcuni fondamenti del cristianesimo e nelle quali è racchiuso il senso del perdono concesso al mondo dal Salvatore: espressioni di insegnamento che, secondo la tradizione dei quattro Vangeli, sono state pronunciate allo scopo di trovare motivi futuri di meditazione e di preghiera.

La struttura dello spettacolo segue quella tipica dell’Oratorio, forma musicale drammatica ma non rappresentativa, con l’intervento di un narratore, personaggi e dialoghi.

Protagonista è Maria Addolorata che, come in una veglia funebre, accoglie parenti e amici per condividere il dolore. Cristo in agonia proferisce i suoi ultimi insegnamenti. Maria di Cleofa e Santa Elisabetta sorreggono Maria, giungono Giovanni, il prediletto, il buon ladrone immaginato come personaggio redento (e non sulla croce) e Veronica, la pia donna che ha asciugato il viso di Cristo con il lino. Giuda Iscariota racconta a Maria il motivo del tradimento con i dilanianti sensi di colpa che lo porteranno al suicidio. Gli altri apostoli e i fedeli piangono Gesù. Si avvicina anche Maria Maddalena, Gesù le ha salvato la vita e, pentita dei suoi peccati, vuole avvicinarsi alla Croce, ma gli altri fedeli la ritengono indegna e la scacciano. Sarà la clemenza di Maria a perdonare i peccati, a benedire Maddalena e renderla partecipe del dolore per la morte del figlio di Dio.

Rappresentazione molto avvincente che ha inchiodato sulle poltrone gli spettatori la cui presenza esigua non ha reso il doveroso plauso ad un prodotto artistico di notevole fattura.