CAVALLINO – Il Teatro “Il Ducale” si è riempito di famiglie e di piccoli alla loro prima esperienza da spettatori. La storia di Pinocchio ha sempre il suo fascino, anche sulle nuove generazioni. L’Accademia Damus ha pensato a questo spettacolo ricco di significati e messaggi positivi per promuovere la cultura del teatro tra i giovanissimi. Il successo è stato confermato dal tutto esaurito che si è registrato al Ducale di Cavallino. Mauro Scarpa, che ha interpretato anche Geppetto, ha curato le regia: il suo Pinocchio al femminile ha conquistato subito il pubblico. Gabriella Luperto, la protagonista, non ha deluso: ha dato prova di essere una 13enne talentuosa, capace di muoversi sul palco in modo brillante e sciolto. L’accademia leccese accompagna i suoi allievi in un percorso di crescita artistica in cui ogni anno ci si misura sul palcoscenico affrontando la difficile prova del pubblico.

Il regista ha trattato con grande rispetto il testo di Collodi: “Ho solo
provato a rispettare la storia, attualizzando i grandi temi: la

miseria, il bisogno di avventura, la scoperta dell’errore, l’umanità nascosta tra le pieghe dell’infanzia. In questa direzione, il ‘mio’ Pinocchio è una ragazzina che ha bisogno di imparare a sbagliare,
senza l’ansia da prestazione che caratterizza questi nostri tempi e che non risparmia i bambini. Fondamentale è stato il lavoro di Marzia Quartini (aiuto-regia e interprete del ruolo della fatina) che mi ha aiutato nel lavoro di analisi del testo originale”. Lo spettacolo è stato un successo per il pubblico che ha riempito tutti i posti del teatro e per l’Accademia Damus (guidata dalla presidente Pamela Manno e dalla direttrice artistica Patrizia Nuzzo), che continua a formare talentuosi giovani per il mondo dello spettacolo.