foto di repertorio

NARDO’ (Lecce) – Il 21 settembre sarà il World Cleanup Day (giorno della pulizia mondiale), un’iniziativa che si pone come obiettivo la pulizia di determinate aree in svariate città del mondo, monitorando i siti più inquinati.

Anche Nardò si mobiliterà aggiungendo all’idea un tocco di originalità. Sabato prossimo, infatti, dalle ore 8:30, in località Serra Cicora (Portoselvaggio) il dilettevole incontrerà l’utile e la pulizia del territorio si sposerà con la pratica sportiva. Un’idea promossa dalla neretina Alessandra De Benedittis (department store manager di Decathlon Italia): “Mi piaceva conciliare la mia passione per lo sport all’attenzione verso l’ambiente. Le camminate si alterneranno alla raccolta dell’immondizia, tra uno squat e un affondo ripuliremo il sentiero che andremo a percorrere, al fianco di qualificati coach”.

Si partirà dallo stabilimento balneare Litos per poi procedere da Sierra Cicora sino alla spiaggetta in località “Lu Rinaru” e nelle zone limitrofe con l’augurio che l’evento riscontri una partecipazione significativa in un momento storico in cui il rispetto verso l’ambiente è tema così sensibile e quanto mai attuale. “E non è un caso – aggiunge De Benedittis – se la mattinata si concluderà con una sessione di yoga, proprio per riconnettersi, per ristabilirsi con la natura. Ho voluto che tale evento si svolgesse in concomitanza del World Cleanup Day perché sono convinta che l’unione faccia la forza. Certo, ogni giorno si possono compiere gesti simili, raccogliendo immondizia e ripulendo il nostro territorio, ma è importante dare dei segnali, dare l’esempio ai ragazzi, un esempio positivo che deve partire dalle istituzioni ma anche dagli sportivi, così seguiti e ammirati dalle nuove generazioni”.

Il World Cleanup Day neretino è promosso da Decathlon Italia, che da anni riserva particolare attenzione all’ambiente e alla sostenibilità, con il supporto di Bianco Igiene Ambientale, del team podistico Sport Running Portoselvaggio, del circolo nautico “La Lampara” di Santa Caterina, della scuola di arti orientali “Il sole” del maestro Kenji Corsano e del centro shiatsu di Danilo Tafuro. In collaborazione con il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo e con l’assessore all’ambiente Mino Natalizio.