conferenza squadra mobile

LECCE – Fermato per strada in via vecchia Frigole nascondeva in auto un etto e mezzo di cocaina. Jhoanne Blago, 31enne, leccese, è stato condannato a 4 anni di reclusione con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti al termine del processo che si è celebrato con il rito abbreviato davanti al gup Giovanni Gallo.

L’arresto risale al 7 maggio scorso e venne messo a segno dagli agenti della sezione antidroga della Squadra mobile di Lecce. Il giovane era tenuto sott’occhio da tempo dagli investigatori perché fortemente sospettato di gestire un giro di spaccio. Fermato in macchina non appena il giovane è sceso dall’auto, gli agenti hanno subito notato uno strano rigonfiamento nei pantaloni. Ed è così è scattata la perquisizione che ha consentito di ritrovare la sostanza stupefacente: un’unica pietra di cocaina, di alta qualità, per un totale di 154 grammi.

Blago non è nuovo alle cronache locali. Nel 2014 fu arrestato perché sorpreso in possesso di una pistola calibro 7,65 clandestina e più di recente è stato raggiunto da un Daspo di 5 anni, rimediato in occasione della partita di campionato contro il Palermo. A difenderlo l’avvocato Antonio Savoia che, non appena saranno depositate le motivazioni, presenterà ricorso in Appello.