Si merita tre coni la gelateria “G&Co”di Tricase premiata al “41esimo Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè”, di Rimini. Al Sigep, infatti, è stata presentata la quarta edizione della guida Gelaterie d’Italia 2020 del Gambero Rosso che ha premiato le sorelle Antonella, Miriam, Annalisa e Gabriella Ricchiuto con ben 3 “coni”, ossia il massimo riconoscimento  assegnato dagli ispettori in base all’offerta complessiva, all’atmosfera, ma soprattutto in base alla qualità del prodotto.

Ed è proprio su questo punto che G&Co ha sbaragliato tutta la concorrenza, almeno quella pugliese. Si tratta di un premio ottenuto grazie alla qualità dei prodotti che fin dal primo giorno di apertura, le sorelle Ricchiuto scelgono per la loro clientela. È stato premiato “un dessert sempre più buono, sano e sostenibile” – si legge nella guida – a conferma che studio, applicazione, attenzione verso il cliente e confronto, ripagano.

La guida riporta i migliori 400 indirizzi italiani dedicati al “sottozero”, intercetta nuove tendenze e sensibilità di quella fetta sempre più ampia di gelatieri che ha scelto un approccio di studio di ricerca e sperimentazione. In tutta Italia sono 55 i maestri gelatieri che hanno ottenuto il massimo riconoscimento e tra questi anche le sorelle Ricchiuto, le uniche pugliesi presenti nella guida, riconfermandosi sempre più all’avanguardia e attente alla qualità. Perché proprio dentro a un buon gelato c’è la ricchezza del patrimonio agroalimentare italiano. Questo riconoscimento “ripaga” le sorelle Ricchiuto che da sempre scelgono accuratamente le materie prime per i loro gelati, tutti dai gusti innovativi. Gli ingredienti, a Km 0, vengono lavorati nel rispetto dei loro componenti per non alterare il gusto anzi, esaltarlo il più possibile per una clientela sempre più esigente e attenta.