Il direttore del dipartimento sanità della Regione Puglia, Vito Montanaro, comunica che  i 10 tamponi esaminati oggi dal Laboratorio di riferimento regionale per SARS-CoV-2, l’agente del COVID-19, hanno dato esito negativo. I casi in Puglia, pertanto, rimangono sempre 3: il caso proveniente da Codogno, che sta già bene e che rimarrà in monitoraggio  fino a quando i tamponi non si negativizzeranno e potrà essere dimesso, e i due contatti stretti, risultati positivi ma asintomatici, che rimangono ancora in quarantena. Giunge, inoltre, notizia ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità che il primo caso sospetto accertato in Puglia è un caso confermato di SARS-CoV-2.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sulla gara a porte aperte Lecce – Atalanta dichiara: “Chiariamo: la decisione di consentire ai tifosi dell’Atalanta la trasferta a Lecce non è condivisa dalla Regione Puglia, perché si teme che questo esponga a inutili rischi di contagio.
Condivido invece il comunicato del sindaco di Lecce Carlo Salvemini.
La decisione del Ministero dello Sport, della Figc e del Coni di rinviare solo cinque delle partite del campionato di serie A previste per domenica 1 marzo è di difficile comprensione.
Sarebbe stato preferibile procedere per tempo al rinvio dell’intera giornata calcistica con una motivazione unitaria di prevenzione.
Il Governo ha deciso che si giocheranno regolarmente a porte aperte Lecce – Atalanta, Lazio – Bologna, Napoli – Torino senza alcun divieto di trasfera per i tifosi ospiti, di cui pure si è parlato nei giorni scorsi come provvedimento chiaramente auspicato dalla Regione Puglia e dal Comune di Lecce.
La Regione Puglia, la Prefettura, la Asl territoriale, il Comune di Lecce e le altre autorità locali hanno dovuto prendere atto di questa decisione del Governo, e si attiveranno per fronteggiare al meglio la situazione prevedendo, in caso di riscontro di sintomi coerenti, l’attivazione di rigorosi protocolli sanitari.
A tal fine saranno installate agli ingressi dello stadio dalla Asl di Lecce postazioni per uno screening sanitario di base destinato agli spettatori della partita sul modello di ció che accade negli aeroporti.
Postazioni che provvederanno all’accoglienza degli ospiti cui saranno notificati gli interventi preventivi previsti dalle disposizioni ministeriali”.