Anche quest’anno Gentleman, rivista di design, viaggi e lifestyle edita da Class Editori, ha incrociato i punteggi delle 6 guide vini italiane più prestigiose (Gambero Rosso, Bibenda, AIS Vitae, Veronelli, DoctorWine, Luca Maroni), stilando una classifica dei 100 migliori vini rossi. E anche quest’anno nell’elenco compare Nero Conti Zecca con il millesimo 2016, annata presentata in anteprima per le guide e prossimamente in commercio.

Una conferma per la punta di diamante della cantina di Leverano, tra i vini più premiati della regione che, insieme ad altre etichette, da vent’anni porta il nome della Puglia al di fuori dei confini nazionali. Un blend di Negroamaro e Cabernet Sauvignon che, infatti, conquistò da subito anche il mercato estero, nonostante un certo scetticismo iniziale di qualcuno per la scelta dell’azienda di coniugare il vitigno salentino per eccellenza con una varietà internazionale. Ma Nero non è solo un vino commerciale, anzi è nato da un progetto ben preciso di valorizzazione del territorio ed è diventato il vino simbolo della cantina e della famiglia Zecca perché ci si prende tutto il tempo necessario per la sua produzione, seguendo con estrema cura ogni fase, tanto che si preferisce non produrre una determinata annata se questa non è stata ottimale.

“Questi risultati sono dei riconoscimenti che da un lato ci riempiono di orgoglio per il lavoro svolto e dall’altro ci spronano a migliorare sempre di più in quello che faremo.” commenta Clemente Zecca, alla guida dell’azienda con il padre e gli zii. “Altri stimati produttori del territorio sono già presenti in questa classifica ma spero che i nomi delle cantine pugliesi aumentino anno dopo anno.”