CUTROFIANO – Con ordinanza n. 441 del 18.7.2019 la I Sezione del TAR Lecce (Pres. Antonio Pasca, Cons. Est. Francesca Ferrazzoli) ha accolto la domanda cautelare proposta da tre proprietari – difesi dagli avvocati Antonio Macrì,Leonardo Maruotti e Francesco G. Romano – avverso l’ordinanza di divieto di accesso dei mezzi e di ripristino dell’area pedonale per un’area “ubicata tra via Colombo, via Foggia e via Siracusaall’interno del Comune di Cutrofiano.

In particolare, è accaduto che i tre proprietari avevano realizzato a Cutrofiano nel 2010 un nuovo complesso immobiliare ed avevano concesso in locazione gli immobili a piano terra per esercizio attività commerciali(bar-caffetteria, ferramenta e negozio di informatica).

Tuttavia poiché lo spiazzo all’ingresso, pur avendo destinazione pedonale, veniva utilizzato come area a parcheggio ed inoltre era situato nella fascia di rispetto cimiterialeil Comune aveva ingiunto l’immediato ripristino della zona pedonale, inibendo qualsiasi accesso a mezzi di ogni genere.

L’esecuzione di tale ordinanza, però, stava creando seri problemi sia alle attività commerciali sia alla stessa collettività di Cutrofiano tant’è che nel giro di pochi giorni sono state raccolte circa 500 firme per la riapertura dell’area a parcheggio (come di fatto era stata utilizzata in tutti questi anni).

Il Tar Lecce, investito della questione, ha concesso la tutela cautelare invocata accogliendo le ragioni dei proprietari, difesi dagli avvocati Antonio Macrì, Francesco G. Romano e Leonardo Maruotti, e dell’eserciziocommerciale interessato, difeso dall’Avv. Giovanni Russo.

Pertanto, la collettività di Cutrofiano potrà ritornare ad utilizzare l’area a parcheggio con sollievo degli esercizi commerciali e degli stessi cittadini.