LECCE – Chi non li conosce, dovrebbe recuperare subito (e ha modo di farlo in settimana). Perché i loro concerti sono scalfiti nell’immaginario di tutti come storia comune, ricordi indelebili e giornate infinite di musica e balli sfrenati.

🚧 Martedì 8 ottobre 🚧, mettetevi più comodi che potete.
Il Cantiere ospita uno dei gruppi più noti nella storia della musica indipendente italiana, i Folkabbestia, band che partendo dal calore della terra pugliese e dalla sua musica popolare è riuscita a imprimere nel suo dna le atmosfere dei territori balcanici e dei paesaggi irlandesi.

Dopo due anni di attesa – e in occasione dell’uscita del nuovo EP “Il Fricchettone 2.0” che contiene sei brani inediti e collaborazioni importanti- i Folkabbestia da settembre sono tornati a girale su e giù per lo stivale con un tour di concerti dove eseguiranno vecchi e nuovi cavalli di battaglia.
E martedì, per questa tappa speciale, riproporranno la loro grande festa itinerante come una grande immersione nella tradizione italiana, stropicciata con fantasia, ironia e mutazioni stilistiche fino a toccare il folk e il rock, dalla canzone d’autore a quella popolare, dallo ska al punk.

I cinque musicisti pugliesi (Lorenzo Mannarini alla voce, chitarra e armonica a bocca, Francesco Fiore al basso elettrico, Nicola De Liso alla batteria, Osvaldo Laviosa al violino e cori e Michele Sansone alla fisarmonica e cori) infiammeranno il palco del Cantiere con i brani del loro ultimo album realizzato con il sostegno di “Puglia Sounds RECORD 2019 ” – “REGIONE PUGLIA – FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro” con l’etichetta NRG Coop.

Un lavoro che ha visto la collaborazione anche di Finaz ed Erriquez (from Bandabardò) e Dudu e Fry (from Modena City Ramblers), con una nuovissima versione dell’evergreen “U’ Frikkettone”, cantata in dialetto pugliese, toscano ed emiliano come un inno all’unità del popolo italico.

Pronti a partecipare ad una notte di pura follia?

🚧Start h 22 🚧, birra in mano!
Ingresso gratuito, come sempre.
\
Direzione artistica a cura di Titti StomeoTTevents.