LECCE – Unire due associazioni e fare una sola lista è in controtendenza, perché le liste civetta fioccano alle comunali. Una Buona Storia per Lecce e Idea per Lecce diventano una cosa sola e anche un’unica lista chiamata “Civica”. Un progetto politico unico, che era già tale nelle idee e nei metodi. Il sostegno a Carlo Salvemini è sempre stato uno degli obiettivi.

Nico Barletti dichiara che si tratta di un passaggio importante: “Vogliamo fare un gesto simbolico di unione anziché puntare sulla proliferazione di liste civiche. Spesso i partiti inventano queste liste per moltiplicare il numero di candidati, liste che subito dopo le campagne elettorali scompaiono. Crediamo che le energie le idee e gli impegni vivano facendo le cose insieme”.

L’avvocato Fornari non scenderà in campo, ma il suo impegno continua: “Non sono mai state due liste elettorali, ma due movimenti politici che hanno fatto politiche progressiste. Questo è un punto di svolta di un percorso politico culturale consolidatosi in questi mesi attraverso un costante lavoro di confronto, elaborazione e iniziativa comune e che va oltre i confini ristrettì del periodo elettorale. ‘Civica’ non è uno slogan pre-elezioni, ma civismo attivo ogni giorno, in città e fuori città, tra la gente”.